Il discorso del presidente

DISCORSO DI FINE ANNO 2019

Grazie ai miei solerti associati, mi è stato ricordato che uno degli oneri del presidente è quello di scrivere il discorso di fine anno quindi, ricordandovi che non sono affatto capace di scrivere discorsi e chiedendovi scusa in anticipo…eccomi qua.

Un abbraccio ed un saluto a tutte le associate e a tutti gli associati dell’Ordine delle Lame Scaligere!

Quello appena trascorso è stato un anno molto particolare per la nostra associazione, stiamo continuando sulla strada tracciata qualche anno fa di ristrutturazione della nostra sala d’armi, mettendo un momento da parte i trattati e concentrandoci di più sulle lezioni individuali e sulla preparazione agonistica dei nostri atleti.
L’alto numero di presenze medie in sala è la conferma che questa nuova organizzazione sta piacendo, o forse la gente non ha niente di meglio da fare la sera, fatto sta che vedere ogni sera tutte queste persone sudare ed impegnarsi insieme è motivo di forte orgoglio come presidente e fonte di nuovi stimoli come persona che è in associazione da diversi anni.

Altro punto che mi preme menzionare è la crescente partecipazione ai tornei: sono davvero fiero e soddisfatto dei risultati che i nostri agonisti stanno portando a casa. Risultati che non si misurano solo in medaglie (anche se siamo sulla buona strada) ma anche con l’enorme bagaglio di esperienze e consigli che i nostri ragazzi stanno portando in sala e sui quali dobbiamo e vogliamo investire per crescere ancora.
Concedetemi anche di menzionare i numerosi “tifosi” che seguono e supportano i nostri atleti ad ogni torneo: è anche grazie a loro se riusciamo a portare in giro per l’Italia lo SpiritOLS che da sempre ci contraddistingue come associazione.

Lato rievocativo è stato un altro anno denso di eventi, nuove conoscenze e, come sempre, tanta, tanta cultura.
Un evento su tutti ha segnato quest’anno: la (relativamente) pacifica invasione di un nutrito gruppo di rievocatori italiani in quel di Montrond-les-Bains lo scorso luglio.

L’evento è stato molto impegnativo, come anche l’organizzazione ed il coordinamento dei gruppi per il quale sono stato referente verso gli organizzatori.
Dopo i mille moduli da compilare e raccogliere, il planning delle partenze e dei campi, le adesioni o rinuncie dell’ultimo momento, vedere un così grande numero di rievocatori italiani radunati tutti insieme sotto un velario a fare aperitivo è stata un’esperienza unica che ci ha avvicinato come persone unite da una stessa passione. Esperienza che non vediamo l’ora di ripetere e, ovviamente, allargare a molti altri gruppi.

Il gruppo rievocativo, pur essendo in pausa, sta lavorando per organizzare la prossima stagione di eventi. Nelle prossime settimane organizzeremo degli appuntamenti di approfondimento di alcuni aspetti della vita nel tardo Medioevo della nostra città, il tutto in pieno SpiritOLS.

Lasciatemi infine ringraziare il mio Direttivo! Sembrerò banale e ripetitivo, ma senza il loro lavoro dietro le quinte non sarei qui a fare questo discorso.
Apparentemente sono tante piccole cose: mandare mail, raccogliere moduli, richiedere informazioni, ecc..per loro però significa investire parte del loro tempo durante il giorno o alla sera per permettere a questa associazione di avere una palestra, un bilancio in ordine, coperture assicurative e partecipare a numerosi eventi in giro per l’Italia e non solo.
Quindi un grazie enorme ai “miei” Direttivi: Thomas, Silvia, Clizia e Claudio!

Rinnovo l’augurio che è già stato fatto dal mio caro Vicepresidente/Senatore a vita: per l’anno che verrà vi auguro di prendere esempio dal Medioevo!
Cercate d’essere migliori di come vi raccontano e decisamente più interessanti di come sono soliti disegnarvi.

Il Vostro Presidente

#ordinedellelamescaligere #rievocazione #schermastorica #olsauguri #ateefamiglia #discorsodelpresidente

I commenti sono chiusi